Ti DICO io dove cercare gli estremisti

Inizio a dire che personalmente non ho condiviso il gesto dei due dissidenti, men che meno quello del senatore De Gregorio eletto col centro-sinistra che è passato sin da subito al centro destra (questa è una porcata che però viene omessa quasi sempre). Ma io non sono pacifista, e i giudizi soggettivi contano ben poco. I due senatori in questione potrebbero anche aver ragione, ed io torto, non è questo il punto che mi interessa.

C’è un aspetto più generale che non mi torna.

Per la tenuta del governo, i rappresentanti del pensiero pacifista devono votare per la missione di guerra in Afganistan e per l’ampliamento della base USA di Vicenza (quest’ultimo addirittura contraddice quanto scritto nel programma dell’Ulivo). Da nessuna parte ho sentito parlare di voto di coscienza, anche se coinvolge un aspetto molto ideologico, per una volta che forse era appropriato. No, la coscienza la possono avere solo i cattolici che la tirano fuori solo quando vogliono soggiogare gli altri ai loro fanatismi medioevali.

I PACS non si è nemmeno provato a farli passare, sono bastati i primi malumori dei teodem per farli accantonare. Si è dunque passati a proporre – prostrati umilmente in ginocchio – i DICO, ma anche in quel caso Mastella e soci hanno dichiarato subito la propria intransigente contrarietà. Tenuta del governo in ballo? Sia mai, gli amici del Papa di Roma hanno diritto di veto.
Per concedere diritti voluti dalla maggioranza di chi ha mandato questa gente al governo non si impunta nessun D’Alema, non se ne fa una questione di fiducia, sebbene – questi sì – siano in quel programma per cui sono stati votati. Per ampliare la base di Vicenza, aumentare le spese militari e prolungare la permanenza in quel puttanaio afgano si fa la voce grossa e si mette in mezzo la tenuta del governo.
E’ bene puntualizzare che un governo che va sotto in un provvedimento non è cosa così drammatica, accadde spesso pure al Polo (soprattutto quando votavano la mattina presto), anche se trattasi di politica estera. Se non fosse che il solito egocentrico D’Alema ne ha fatta una questione di fiducia all’intero governo. Bravo baffino, sei davvero un figo a voler fare sempre il primo della classe.

Il governo non è ostaggio di pochi parlamentari della Sinistra, bensì è monopolizzato dalla massa di integralisti cattolici dalla doppia morale di Margherita e Udeur. Non prendiamoci per il culo, please.

Per finire riporto alcuni estratti dal programma che questi senatori dovrebbero attuare:

[…] reputiamo necessario arrivare ad una ridefinizione delle servitù militari che gravano sui nostri territori, con particolare riferimento alle basi nucleari. Quando saremo al governo daremo impulso alla seconda Conferenza nazionale sulle servitù militari, coinvolgendo l’Amministrazione centrale della Difesa, le Forze Armate, le Regioni e gli Enti Locali, al fine di arrivare ad una soluzione condivisa che salvaguardi al contempo gli interessi della difesa nazionale e quelli altrettanto legittimi delle popolazioni locali.

L’Unione si impegna, nell’ambito della cooperazione europea, a sostenere una politica che consenta la riduzione delle spese per armamenti.

Annunci

Un pensiero su “Ti DICO io dove cercare gli estremisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...