Contro Halloween, contro la camorra

Halloween = bimbi piccini che scassano i’ccazzo alla porta con "dolcetto o scherzetto?". Erano ad inizio giro e c’avevano i sacchettini già pieni, questi piccoli camorristi. Iniziano con le caramelle e fra qualche anno chiederanno il pizzo. Vanno stroncati sul nascere.
Gl’ho rifilato due cioccolatini scaduti, speriamo gni venga la cacarella.

Emilio Fede uno di noi!

TG4 del 29 ottobre 2008. Emilio Fede parla degli scontri a Piazza Navona fra i fasci di Blocco Studentesco e gli studenti di sinistra. Cito: "scontri con le forze dell’ordine", "i ragazzi hanno tentato di forzare lo sbarramento delle forze dell’ordine". Per Emilio Fede quelli con le spranghe tricolori sono "forze dell’ordine", perché anche per lui  "fascisti" e "forze dell’ordine" sono sinonimi.

Però, cazzuto questo Emilio, uno senza peli sulla lingua. Bravo.

Note personali

Appunto personale a futura memoria.
Se cucinando maneggi a lungo il peperoncino e ti scappa una pisciatina, assicurati di esserti lavato le mani molto – ma molto – accuratamente prima di maneggiare il Disoccupato Cronico.

Nove, nove fottutissime ore e sento ancora i piccioni che cacano spilli acidi sul Cupolone.

Il Vaticano odia Firenze

Al Papa gli si deve stare parecchio sui coglioni noi fiorentini. Perché nello scegliere il nuovo arcivescovo di Firenze non solo ne ha preso uno reazionario e rompicazzi "alla Ruini", ma  – cosa assai più grave – l’ha scelto pure gobbo! Ma dai, che schifo!
E’ un chiaro gesto di sfida volto a offendere la sensibilità religiosa della cittadinanza, dato che la Fiorentina è una fede molto più sentita di quella cattolica.
Nei prossimi mesi prevedo un vigoroso aumento delle bestemmie procapite.

Così gli rivolgo il coro che facciamo sempre ai bianconeri quando vengono al Franchi: "Via la merda da Firenze!"