I preti viaggiano alla velocità della luce

Poco fa era il momento di pausa. Stavo leggendo le ultime notizie sul sito dell’UAAR e mi accingevo a commentare un articolo quando improvvisamente suona il campanello.
Apro la porta e si materializza un anziano prete cattolico dal volto mansueto (il tipico modello di prete che mandano per questi compiti). « Desidera la benedizione? ». Io, col terrore negli occhi – « No grazie, non mi interessa ». Chiudo lentamente la porta mentre un brivido mi percorre la schiena.

Essi hanno mezzi a noi sconosciuti, probabilmente nano-telecamere trasportate da insetti bionici. Ci controllano, sanno quel che facciamo, sono pronti ad intervenire in qualsiasi momento. Quel prete non era lì per la benedizione, mi pare ovvio. Il suo sguardo me lo ha fatto intendere chiaramente. Si era teletrasportato sull’uscio solo per darmi un avvertimento: « sfinisciti pure sui siti porno ma finiscila coi siti atei ».