Mafia – Australia 1-0

La nazionale mafiosa batte l’Australia in pieno recupero con un rigore regalato dall’arbitro, probabilmente minacciato dalla mafia italiana.
Bastardi ladri schifosi.

Annunci

Signorina confessi, c’ha trombato?

Su Repubblica.it potete leggere un interessante scorcio dell’interrogatorio a tale Elisabetta Gregoraci, che al momento non so a quale programma televisivo abbia partecipato. Secondo gli inquirenti avrebbe trombato col portavoce di Fini pur di far carriera in TV. Metodo usato da gran parte delle sue colleghe, fra l’altro (almeno spero, perché se sono state selezionate per capacità professionali c’è veramente da ridere). Ma non è tanto questo il punto. L’unica cosa che mi interessa è il siparietto comico dell’interrogatorio, se ci fanno una piece teatrale sarà un successone.

Ironia della sorte, il PM che fa l’interrogatorio si chiama Henry John Woodcock, ovvero "cazzo di legno". Non so se è un cognome meritato o meno.

Leggendo le domande di Mr Cazzodilegno si ha come l’impressione che l’affabile conversazione si interrompa sul più bello, insomma manca la fatidica domanda finale. Se io fossi stato il PM a quel punto l’avrei guardata dritta nelle poppe e gl’avrei detto ammiccante: "sì bacini… bacini una sega. O signorina, ‘un prendiamoci pe’ ìcculo, parliamoci chiaro: che vu andavate avanti solo a pompini?".

Forza Ghana? No. Italia merda!

Leggo che Beppe Grillo tiferà Ghana. Non condivido. Io quando gioca la nazionale non tifo per gli avversari, ma tifo contro l’Italia. E’ molto diverso. 🙂 A me del Ghana importa una beata fava e nemmeno li ho mai visti giocare.
Però, in fondo al cuore, forse stasera tiferò Italia. Amor di Patria? Commozione davanti al tricolore? No, semplicemente sono indeciso se sperare che l’italica nazionale esca subito o che perda la finale. in effetti il godimento per una finale persa è davvero grande. Inoltre se i buzzurri-azzurri vanno avanti ci sono più possibilità che si infortuni (magari gravemente) qualche giocatore, che è quello che più mi preme. Tranne Luca Toni, che deve azzopparsi solo dopo che la Fiorentina l’ha ceduto, altrimenti intaschiamo pochi soldi.

Ma perché tifare contro l’Italia? Molti italiani tifano per la nazionale perché "rappresenta l’Italia". Io tifo contro non tanto perché non mi rappresentano. Il che mi pare logico, mica sono parlamentari – ed è pure già arduo sentirsi rappresentati da chi si vota. A me la nazionale fa schifo proprio per ciò che rappresenta. La nazionale italiana rappresenta un distillato di italianità. Italianità pura, non tagliata con localismi e altro, roba pesante davvero, da overdose. La cocaina pura al confronto è una camomilla.

Strategia della tensione

L’inchiesta sul calcio malato fa molto discutere. Alcuni media (specialmente Mediaset) tendono a condannare la Fiorentina più di altre squadre senza nemmeno discutere sui fatti.
La tensione a Firenze si sta innalzando. Quando la tensione si alza io mi diverto.

Per gettare allarmismo ho inviato il seguente commento su Fiorentina.it (questo è il genere dei miei commenti quando passo su quel sito).

di: ì nipote – da Firenze

Mio nonno (92 anni) è pronto ad azioni kamikaze contro i simboli del potere calcistico, proverò a farlo ragionare ma non ci sembrano margini di trattativa. Fa parte di un nucleo di 32-33 nonnini/e affiatati e temerari, pronti a tutto, appartenenti alle case di riposo più estremiste dell’area fiorentina. Non hanno escluso anche sequestri di persona e dirottamenti suicidi (di bus, perché l’aereo gli dà meteorismo).
Ho paura.